Un cambio di casa? È bene guardare le planimetrie catastali

Nel corso della vita è possibile che a un certo punto si debba cambiare casa, per diversi motivi. Ecco alcuni consigli per affrontare al meglio il cambiamento e la nuova scelta.

 

Il tipo di casa

Innanzi tutto, è bene avere in mente che tipo di casa si vuole e quali sono le proprie esigenze e priorità. In questo modo, si evita di visitare immobili a caso, che probabilmente non rispondono ai requisiti che si desiderano. Altri elementi da valutare sono la scelta dell’affitto o dell’acquisto, della città, paese o campagna, della presenza di balconi, terrazzi o giardino o che l’immobile sia nuovo o da ristrutturare, vuoto o arredato.

 

Disponibilità economiche

I soldi che si possono investire nella nuova casa sono un aspetto molto importante da considerare, che si tratti di affitto o di acquisto. Nel secondo caso, conviene sentire più banche, per trovare quella che offre le condizioni migliori.

 

Come fare la ricerca

Ogni mezzo è utile per portare avanti la selezione: passaparola, internet, girare per la città/ zona/ paese in cui si vuole prendere casa, agenzie immobiliari (anche se queste possono avere commissioni piuttosto alte). Una volta trovata, se è da ristrutturare si possono chiedere ad amici, parenti o conoscenti che già ci sono passati i riferimenti dei professionisti cui si sono rivolti (elettricisti, muratori, imbianchini, etc.).

 

Selezione

Prima o poi bisogna cominciare ad andare a vederle, le case. Man mano ci si abitua e si capisce sempre più in fretta se quello che si vede è di proprio gradimento o no. Quando si ha la sensazione di essere vicini alla casa che si vuole, è meglio tornarci più volte, in diversi orari, valutando la zona, i servizi e altri elementi. Se la sensazione resta buona dopo ripetute visite, se ne possono fare altre accompagnati da un architetto o geometra o ingegnere per analizzare la struttura e vedere quali interventi si possono o si devono fare. In questo caso, è sicuramente utile chiedere, avere e portare le planimetrie catastali.

 

Planimetrie catastali e tante informazioni

Le planimetrie catastali sono delle piantine degli immobili registrati al catasto. È utile consultarle quando si sceglie casa per vedere se quello che riporta corrisponde alla realtà. Se si devono o vogliono fare le modifiche, le planimetrie catastali dovranno poi essere aggiornate al Catasto, per evitare problemi di conteggio al momento di pagare le tasse. Se si vuole comprare casa e la situazione reale non corrisponde alla planimetria, è compito del venditore fare l’aggiornamento.

Più informazioni si riescono ad avere sulla casa che si pensa possa essere quella giusta, meglio è. Quindi è utile chiedere se ci sono dei lavori di ristrutturazione da fare nel condominio, se sulla casa ci sono ipoteche o altri gravami (lo si sa dalle visure ipotecarie o rivolgendosi a un notaio).

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *