Mappe catastali, pertinenze e tasse

 

Ctp

La Commissione Tributaria Provinciale di Varese, con la sentenza 414 di quest’anno, ha stabilito che per le pertinenze non contano i dati catastali, ma lo stato di fatto: se l’immobile/pertinenza è collegato a quello principale, ma non risulta in Catasto, allora non se ne devono pagare le tasse.

Facendo un esempio, se un box è collegato a una casa ed è usato come ricovero per veicoli, ma non è accatastato, allora per questo box non si deve pagare l’Imu.

 

Il caso di Varese e le mappe catastali

Era giunto all’attenzione della Commissione tributaria provinciale di Varese il caso di un Comune che aveva chiesto degli accertamenti su un cittadino, perché sembrava che non avesse pagato l’Ici (ora l’Imu) negli anni dal 2009 al 2011 e dell’Imu nel 2012 relativamente un giardino. Questo giardino secondo il cittadino era una pertinenza della sua casa, ma il Comune, esaminando le mappe catastali, non ne aveva trovato traccia.

 

La decisione dei giudici e la definizione delle pertinenze

I giudici avevano respinto la richiesta del Comune, perché per capire di che cosa si parla quando si parla di pertinenze, bisogna rifarsi all’articolo 817 del Codice Civile:

 

“Sono pertinenze le cose destinate in modo durevole a servizio o ad ornamento di un’altra cosa. La destinazione può essere effettuata dal proprietario della cosa principale o da chi ha un diritto reale sulla medesima”.

 

Fra la casa e la pertinenza, quindi, deve esserci un legame di tipo funzionale, e in particolare la pertinenza deve essere intesa come al servizio della casa, o comunque dell’edificio principale.

 

Esenzione

La Manovra Salva Italia, che ha portato alla sostituzione dell’Ici con l’Imu, questa tassa non deve essere pagata per le pertinenze che si trovano nelle seguenti categorie catastali:

  • C/2 (magazzini e locali di deposito),
  • C/6 (stalle, scuderie, rimesse, e autorimesse senza scopo di lucro),
  • C/7 (tettoie chiuse o aperte).

Se, però, esistono più pertinenze dello stesso tipo per un immobile, l’esenzione è applicata a una sola di esse.

 

Risultato

Dall’esempio del caso di Varese si capisce, quindi, che la registrazione al Catasto è utile per capire se un immobile può o non può essere identificato come pertinenza, ma le risultanze del Catasto sono inutili per determinare se una pertinenza è effettivamente collegata a un’altra struttura (la struttura principale).

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *